Francesca Malacarne
Inizia gli studi presso il Centro Danza di Pontedera (PI) con Lucille Bigelow e Renato Fiumicelli e all’età di 15 anni entra all’Accademia Nazionale di Danza di Roma conseguendo il Diploma di danzatore di VIII anno sotto la direzione di Lia Calizza.

Nel 1999 è sesta in graduatoria, ballerina di fila con obbligo di solista, presso la Fondazione Arena di Verona e nel 2000 entra nella compagnia Balletto di Toscana diretta da Cristina Bozzolini dove lavora con Carla Fracci nel “Il Pipistrello”al Teatro Lirico di Cagliari.

A Firenze lavora nella compagnia DanzaRicercando, MistralDanza e nella compagnia residente del Teatro dei Rinnovati di Siena di Francesca Selva.

Diviene successivamente ballerina stabile della compagnia Ensemble di Micha Van Hoecke vantando numerose tournées in Italia e all’estero. Ricopre ruoli solistici nelle più importanti produzioni interne quali Maria Callas “La voix de choses” con Marzia Falcon, Pèlerinage, Pierino e il Lupo, L’apprendista stregone, L’Histoire du soldat, Tutto Tonino Guerra, Concerto con Luciana Savignano, Paradosso Svelato con Rubén Celiberti, ma anche nelle produzioni esterne come in Otello al Teatro Lirico di Cagliari, Carmina Burana al Teatro Carlo Felice di Genova, Alceste al Teatro Regio di Parma con la regia di Liliana Cavani, La Gioconda al Teatro Goldoni di Livorno, Macbeth al Teatro Verdi di Trieste, Faust e La Danse du sabre al Ravenna Festival. In questi anni, con la stessa compagnia ha il piacere di condividere il “Premio Danza & Danza”.

Con l’Ensemble di Micha Van Hoecke è anche ospite in trasmissioni televisive RAI quali Trash di Enrico Montesano, Oscar della Moda a Taormina, Concerto di Capodanno a Venezia nel 2005.

Viene scelta per una scena di ballo dai fratelli Taviani per il film “Le affinità elettive”.

Fa parte dell’opera rock Dracula con coreografie di Ana María Stekelman e partecipa come danzatrice solista in spettacoli teatrali e commedie musicali ricoprendo anche il ruolo di maître de ballet come in Rinaldo in Campo per il Teatro Sistina di Roma.

Dal 2008 ad oggi collabora ed è danzatrice presso il Teatro del Silenzio (Lajatico – Pisa) negli eventi di Andrea Bocelli quali The cinema tribute, I colori dell’anima, Stelle, Bravo Italy e Cina, Donna: Mistero senza fine, Presenze, Notte Illuminata, Cavalleria Rusticana e Pathos diretti da Placido Domingo con coreografie di kristian Cellini.

La passione per l’insegnamento e la metodologia della Tecnica della danza classica la portano a perfezionarsi al XVI Encuentro internacional de academias para la enseñanza del Ballet Scuola Nazionale del Balletto di Cuba – Havana (Cuba) con Ramona de Saà Bello e Fernando Alonso.

Nel 2008 è invitata a Vancouver (Canada) alla Summer School Ars Umbrella come assistente alle coreografie di kristian Cellini e dal 2012 al 2014 è docente di Tecnica della danza classica e maître de ballet per le compagnie ospiti al Festival International DansEncore in Québec (Canada)

Nel 2011 consegue il Diploma accademico di II livello con votazione 110 e lode per l’insegnamento delle Discipline Coreutiche, indirizzo Danza Classica.

Pubblica su Danzasì l’articolo “Il liceo coreutico: un percorso formativo teorico-pratico per promuovere la cultura dell’arte coreutica” e nel 2012 pubblica il suo primo libro dal titolo: La danza nei nuovi licei. Guida didattica per il docente di Tecnica della Danza Classica nel primo biennio del Liceo Coreutico.

Dal 2012 al 2014 è docente di Tecnica della danza classica, laboratorio coreutico e coreografico presso il Liceo Coreutico Niccolini-Palli di Livorno e periodicamente è invitata in commissioni d’esame e stage come docente ospite in scuole di danza dove svolge anche consulenza metodologica e didattica.

Attualmente è docente presso il Liceo Coreutico “Convitto Nazionale Vittorio Emanuele II” di Roma e parallelamente é maître de ballet e assistente alle coreografie in Italia e all’estero di Kristian Cellini, suo compagno di vita.